Samsung CLP-325/365

Da EigenWiki.
(Reindirizzamento da CLP-325)
Samsung CLP-325

Utilizzo su Linux

Contrariamente ad altre stampanti laser Samsung, non bisogna utilizzare il driver SpliX: la stampante viene effettivamente riconosciuta da CUPS, ma produce solo errori.

Il driver corretto da utilizzare è foo2qpdl, a seconda della distribuzione il nome del pacchetto può cambiare, su Arch Linux per esempio il pacchetto si chiama foo2zjs.

Per ulteriori informazioni sul driver e sul suo utilizzo linux: http://foo2qpdl.rkkda.com/

Manutenzione del tamburo OPC

Estrazione del tamburo

Per estrarre il tamburo bisogna procedere nel seguente modo:

IMAG0467.small.jpg
  1. Aprire lo sportello frontale
  2. Togliere tutti i toner tirando le levette ai lati [appoggiare i toner su della carta perché alle volte perdono della polvere di inchiostro]
  3. Rimuovere il sostegno toner laterale a sinistra
  4. Estrarre il tamburo agendo sulla maniglia incavata


Esporre il tamburo alla luce il meno possibile: il materiale di cui è composto è fotosensibile e si degrada facilmente con la luce.

Manutenzione del tamburo

Anche se c'è dell'inchiostro residuo sulla superficie non c'è da preoccuparsi perché viene pulito automaticamente durante la stampa, se proprio dovesse darvi fastidio potete pulire a secco con della carta. Questa operazione è potenzialmente dannosa per il drum ed in generale non è consigliata.

Si può capire lo stato del tamburo oservando una stampa di prova: se il tamburo sta esaurendo la sua vita le stampe appariranno generalmente sbiadite, se invece è sporco o danneggiato appariranno righe scure sulla pagina.

Reset del contatore stampe del drum (solo CLP-325)

Il drum ha sul lato destro un blocchetto di plastica estraibile con due contatti metallici. All'interno di quel blocchetto c'è un semplice circuito composto dal parallelo di una resistenza da 100kΩ e da un fuse-resistor da 56Ω (entrambe da 0.25W).

           100kΩ
    +----\/\/\/\/\/-----+
----|                   |----
    +----/\/\/\/\/\-----+
            56Ω

La stampante ad ogni accensione misura la resistenza ai capi del circuito:

  • Se è alta (~100KΩ) allora il drum non è nuovo, e tutto procede regolarmente.
  • Se è bassa (~56Ω) allora il drum è nuovo
    • Il contatore delle pagine viene azzerato
    • Il fuse-resistor viene fatto bruciare aumentando la corrente oltre il suo valore di rottura

Procedura passo-passo per il reset con resistenze normali (non conoscendo il valore di corrente oltre la quale salta il fusibile):

  1. Smontare il drum ed estrarre la parte con il circuito, facendo leva con un cacciavite dall'interno
  2. Identificare le due resistenze con il codice colore (nel dubbio possono essere cambiate entrambe)
    • Verde, Blu, Nero, Oro => 56Ω
    • Marrone, Nero, Giallo, Oro => 100kΩ
  3. Sostituire la vecchia resistenza da 56Ω con quella nuova
  4. Rimontare il drum e accendere la stampante. A questo punto la resistenza da 56Ω, non essendo un fusibile, inizierà a scaldarsi. Attendere che la stampante sia operativa con LED verde fisso, dopodiché spegnere immediatamente.
  5. Rimuovere nuovamente il circuito dal drum e togliere la resistenza da 56Ω facendo attenzione perché sarà calda.
  6. Rimontare il drum con solo la resistenza da 100kΩ

Reset del contatore stampe del drum (solo CLP-365)

Il procedimento per CLP-365 è logicamente identico a quello della 325, tuttavia ci sono alcune differenze:

  • Il blocco porta-resistenze si trova frontalmente sul tamburo, quindi non è necessario smontare tutto
  • Il circuito è composto solo da una fuse-resistor da 100kΩ da 0.125W