Scheda Madre

Da EigenWiki.

La scheda madre (motherboard) è il componente base di ogni computer, essa è composta da vari strati di circuiti elettrici sovrapposti e da componenti elettroniche dette SMD (surface mount devices); su di essa si installano tutte le componenti e le periferiche tramite gli slot e le porte I/O. Una scheda madre ha forme standard (quella che troveremo nella stragrande maggioranza dei casi sarà ATX); su di essa sono presenti sicuramente un socket per la CPU, un BIOS, alloggiamenti per la RAM e connettori PCI e il connettore AGP per la scheda video (PCI-express nelle schede più recenti). In alcuni casi la scheda video può essere integrata direttamente sulla scheda madre.

Come si procede quando si ha una scheda madre da recuperare?

Pulizia & Circuiteria

Il primo step è verificare che la scheda madre sia pulita e che non abbia problemi evidenti a livello di circuito, ovvero che non ci siano macchie di acido perso dai condensatori, che gli stessi non siano rigonfi (ciò indica che, molto probabilmente, sono danneggiati e questo non consentirà l'avvio del computer) e che non siano presenti ossidazioni. Anche la polvere è da evitare; per pulire la scheda madre, così come per tutti i componenti che adopereremo, usiamo l'acetone o ancora meglio alcol isopropilico, molto efficace per le componenti elettroniche (e meno tossico e invasivo della trielina).

Identificazione

Dopo aver pulito la scheda madre è necessario capire che modello abbiamo davanti. Sulla faccia anteriore del PCB (Printed Circuit Board, cioè la piastra dove sono montati i componenti e dove sono presenti i layer dei vari circuiti, anche non visibili ad occhio nudo), è scritto il nome del produttore della scheda madre e, di seguito il modello. A questo punto è necessario recarci sul sito del costruttore e scaricare il manuale originale e l'ultima revisione di esso: il manuale sarà la fonte principale delle informazioni di cui necessiteremo.

Testing

A questo punto dobbiamo testare il funzionamento della scheda: i componenti fondamentali per questa operazione sono una CPU compatibile, dei banchi RAM compatibili, un alimentatore adeguato ed una scheda video. Bisogna controllare che i jumper (piccoli pin che permettono di mettere in cortocircuito piste differenti tra di loro per abilitare o disabilitare varie funzionalità (legate non solo alla CPU)) siano collegati nel modo più opportuno: le istruzioni e le funzionalità sono disponibili sempre sul manuale e qualche volta stampate anche nel PCB stesso. I jumper vengono cortocircuitati tramite piccoli componenti (jumpercaps).